22 ottobre 2010

La dietetica, terra fertile per gli impostori...



L’uomo del terzo millennio, visto che non deve impegnarsi fisicamente per trovare il cibo, dovrà imparare, invece, a rifiutare il superfluo.

E dovrà saper scegliere tra sollecitazioni allettanti, e spesso assurde, per tutelarsi dalle mistificazioni ( cibi dimagranti, antinvecchiamento, afrodisiaci …).

Inoltre, considerando che le privazioni dietetiche,  se incongrue,  sono dannose sia fisicamente, sia emotivamente e che non basta mangiare “meno” per compensare la scomparsa del lavoro fisico, è indispensabile svolgere, ogni giorno, una regolare attività fisica.

Esercizi aerobici, quindi : camminata veloce, bicicletta, cyclette, corsa lenta, nuoto…

  • 30 minuti di camminata veloce, al giorno, sono consigliati per prevenire sovrappeso e diabete !

  • 30- 60 minuti, al giorno, sono invece necessari per perdere peso !
         (Prof. Eugenio Del Toma)


“Quando  spendiamo di meno per un cibo, spenderemo di meno in qualità per la nostra salute; cibo sicuramente più palatabile, ma anche più ricco in acidi grassi saturi e calorie…”

“Suggerite ai pazienti di fare esercizio, mangiare bene, scegliersi i genitori ... ed un buon dietologo”

           (Prof. Giuseppe Fatati)