24 giugno 2019

Curcuma

La Curcuma Longa
 Ã¨ una pianta erbacea,
originaria dell'Asia.
Coltivata in moltissime aree
tropicali o subtropicali,
in particolare dell'Asia e dell'Africa,
 Ã¨ l'India il primo paese produttore.
La polvere, giallo-arancio, 
dal sapore terroso,
 un po' amaro e pungente, 
si ottiene dalla bollitura
 ed essiccazione dei rizomi. 

È la curcumina l'ingrediente attivo 
e, dal punto di vista chimico,
è classificabile fra i polifenoli.
Impiegata come colorante 
fin dall'antichità, 
occupa oggi il primo posto 
tra gli additivi alimentari, 
codificato dall'Unione europea E100.

La curcuma viene usata 
in molte ricette, 
più o meno esotiche,
in prodotti da forno, biscotti, 
dolci, salse, bevande, ecc.
La medicina ayurvedica, 
ritiene che la curcuma 
sia dotata di molte 
proprietà medicinali.
 In India viene usata 
come antisettico 
per tagli, scottature e contusioni. 
Svolge soprattutto 
tre funzioni benefiche 
per la salute:

antinfiammatoria
antiossidante
immunostimolante

 e, secondo uno studio scientifico, 
l’aggiunta del pepe nero (piperina)
ne incrementa l’assorbimento.
Il principio attivo della curcuma,
se assunto in quantità eccessive, 
può però irritare 
le mucose gastriche, 
con conseguenti disturbi intestinali, 
nausea e diarrea.

La dose giornaliera consigliata, 
per la polvere ottenuta 
dalla radice essiccata e macinata, 
va da 1 a 3 grammi totali al giorno
meglio se divisi 
in 2-3 dosi giornaliere 
(un cucchiaino 
corrisponde a circa 2 g).
I valori nutrizionali per 100g 
di curcuma macinata sono:

354 kcal
Grassi 10 g
Carboidrati 65 g
Proteine 8 g
Fibre alimentari 21 
Visti i benefici
di questa straordinaria spezia
molti sono gli integratori
a base di curcuma
nati per aumentarne 
la biodisponibilità,
visto il basso assorbimento
nella radice
da parte dell’organismo.

Ma i recenti casi 
di epatite acuta colestatica,
 legati all’uso di questi prodotti,
hanno avuto come conseguenza 
il richiamo precauzionale
 ed il ritiro di alcuni prodotti
dal Ministero della Salute.
Accade che,
sottovalutandone
i possibilie effetti avversi,
vengono assunti
in modo poco attento,
magari senza informare 
il proprio medico 
anche quando si assumono 
contemporaneamente
ad altri farmaci per varie patologie, 
con cui potrebbero verificarsi
interazioni dannose.
Anche l'assunzione in eccesso
può causare effetti collaterali. 
Essa, associata alla piperina
 (un moltiplicatore degli effetti) 
viene spesso assunta 
in modo sconsiderato 
con la speranza di perdere peso. 
Viene sponsorizzata 
con lo slogan di accelerare 
il metabolismo, 
bruciare i depositi di grasso, 
far perdere peso e centimetri.

La contaminazione
causa ancor più grave,
potrebbe essere dovuta 
a batteri fecali.



13 giugno 2019

Ho'oponopono


"Rimettere le cose a posto", ecco cosa significa "ho'oponopono", un'antica tecnica psicologica hawaiana.
Rimettere ordine nella propria vita.
Mi dispiace, perdonami, grazie, ti amo” come un mantra per comprendere le ferite subite e il conseguente atto di perdono per ripartire da zero.

La memoria viene così ripulita risolvendo antichi rancori che intrappolano e legano alla sofferenza, lasciando andare pensieri, parole, azioni, malumore, rabbia, collera, esperienze negative, che hanno causato sofferenze e traumi.

L' ho'oponopono è un metodo di pulizia mentale e spirituale, una purificazione che libera dalle paure e dalle preoccupazioni, dai modelli comportamentali distruttivi, dai vecchi principi e modelli che sono di ostacolo alla nostra evoluzione personale e spirituale. 
È il restare attaccati a paure, dubbi, preoccupazioni, e alla coscienza collettiva negativa che ci impedisce di vivere la nostra perfezione.

È quindi necessaria la purificazione dei blocchi presenti nei nostri pensieri, nella nostra struttura cellulare, visto che il pensiero si manifesta nel corpo.
In fondo, anche l'applicazione della "Legge di Attrazione" ha lo stesso obiettivo.

Si parte dal presupposto che ogni cosa è un dono, anche le esperienze più negative, anche quelle che hanno fatto soffrire.
Si abbandonano i sensi di colpa, si è capaci di perdonare gli altri e noi stessi e, ancor più, comprendere che siamo noi i veri responsabili della nostra vita.
Il perdono libera e guarisce. Libertà dal passato, potremmo dire.

Mettere al posto giusto” . 

E la soluzione è introspettiva. Siamo solo noi e il nostro IO.
È in noi che dobbiamo cercare il problema e risolverlo.
È rimettere al centro di tutto se stessi e la propria vita.
È riconoscere che tutto ciò che percepiamo, vediamo, sentiamo ed osserviamo, di bello e di brutto, è stato prodotto da noi e dalla nostra energia che non è altro che un’estensione ed un’espressione dell’energia del cosmo, di cui siamo parte.
Ogni individuo crea la propria realtà e tutti insieme creiamo il “mondo”, man mano che ripuliamo le memorie al nostro interno le stiamo ripulendo anche all’esterno. 

Ogni volta che saniamo una parte della nostra mente, la nostra evoluzione individuale aiuterà anche gli altri.
Pentimento, perdono e gratitudine quindi.

Se abbiamo commesso azioni sbagliate dobbiamo perdonarci ed impegnarci a far sì che tali conseguenze non accadano di nuovo. Se invece abbiamo creato qualcosa di benefico e di positivo dobbiamo esprimere gratitudine e far sì che ciò continui ad accadere.




4 giugno 2019

Martha Boers


Martha Boers, canadese, 
è una costumista di bambole. 
Bambole d'arte, potremmo dire,
da collezione.
Bambole storiche e di fantasia, 
uniche e meravigliose 
che l'hanno resa celebre 
a livello internazionale, 
in collaborazione
con la sorella Marianne.