31 agosto 2018

Edgar Artis

Che idea singolare quella di Edgar Artis.
Partendo da volti e corpi disegnati e colorati con pastelli, scatena la sua fantasia in un tripudio di abiti realizzati con oggetti tra i più disparati: petali, graffette, piume, posate, ortaggi, frutta, spezie, praticamente cibo e oggetti di ogni genere.
Abiti corti, lunghi, lunghi con strascico, stretti, ampi, tutti coloratissimi e accattivanti.

Edgar Artis, "fashion illustrator" di origine armena, con la sua arte originale di fashion design è apprezzato sui social network con migliaia di follower.
Straordinaria è la sua immaginazione e sono davvero tantissime le illustrazioni che pubblica su Instagram.
Tutte originali e magnifiche ma pubblicarle tutte in questo post è praticamente impossibile.
Ne ho scelto alcune...



27 agosto 2018

La luna

Reaching for the moon
Joy Williams

-.-

In questa notte stellata
sembra sorridermi la luna.
Seduta sui gradini di pietra
il mio corpo cerca frescura.
La brezza leggera
accarezza la pelle
profumata di salsedine.
E i ricordi
affiorano da lontano.
Da lassù è a farmi
compagnia la luna
illuminando i dintorni
e i pensieri.
Tonda, argentea e lucente.
In questa notte stellata
sembra placare
solo me la luna.




25 agosto 2018

Spuntini di 200 calorie

 

Alcuni SPUNTINI 
di 200 kcal circa:

Pane g 50 + prosciutto 
crudo magro g 40
Pane g 40 + formaggio 
 stag. g 30
Pane g 40 + salame g 25
Pane g 40 + nutella g 20
Pane g 40 + olio d'oliva g 10
Pizza margherita g 80
Pizza bianca g 70
Crostata marmellata g 60
Panettone g 60
Torta Margherita g 60

Latte parz. screm. g 120
+ biscotti integ. g 30

Gelato fior di latte g 100
Cioccolato fondente g 40
Mandorle g 35
Noci g 30



23 agosto 2018

Spuntini di 100 calorie


Alcuni SPUNTINI 
di 100 kcal circa:

Coca Cola g 250
Frutta (media) g 200
Pesche sciroppate g 200
Latte parz. screm. g 200
Succo di frutta g 200
Banana g 150
Yogurt alla frutta g 125
Castagne fresche g 70
Ghiacciolo g 70
Datteri secchi g 40
Cocco g 30
Biscotti secchi g 25
Crackers g 25
Fette biscottate g 25
Arachidi tostate g 20
Noci fresche g 20
Cioccolato fondente g 20 


Si possono consumare 
100 kcal*:
- correndo per 10 minuti 

- andando in bicicletta
   per 15 minuti 
- camminando o ballando 
   per 20 minuti


*È un calcolo approssimativo 
perché l'effettivo 
consumo calorico 
è influenzato
da fattori individuali 
quali l'età, il sesso, il peso 
e la massa magra.
Naturalmente anche
l'intensità dello sforzo 
determina il reale 
consumo calorico.



18 agosto 2018

In quella chiesetta


È in quella chiesetta antica 
che mi piace pregare.
Tra le mura che parlano di fede
le panche scricchiolanti e tarlate
il dipinto sbiadito.
Quell'odore di antico
di tempo passato.
È buio in quella chiesetta antica
solo un flebile raggio di luce
tiepido e sottile.
C'è silenzio.
Silenzio profondo.
È solo il cuore a pregare.

🙏


16 agosto 2018

Anime erranti


Siamo noi
anime erranti
che il buio avvolge
in modo surreale
e trasporta lontano
in un eterno
senza tempo.
Noi incuranti
di ogni regola.

🌙


15 agosto 2018

La preghiera è un balsamo

William Henry Gore

" La preghiera è un balsamo.
Non conta a chi è rivolta:
conta quanto ci si crede.
Conta l’intensità con cui si prega.
Conta il trasporto dell’anima.
Ci si ama un po' 
anche attraverso la preghiera.
Pure l’ateo, ne sono convinto,
a modo suo crede in certe entità
e le cerca quando il suo spirito
ha bisogno di elevarsi.
Nulla, a volte, dà maggiore conforto
di una preghiera.
Ognuno può pregare a modo suo.
Io ricorro spesso alla preghiera.
Rivolgo a Gesù Cristo le mie suppliche.
A volte abbracciandomi,
quasi rannicchiandomi su me stesso.
In qualsiasi luogo, 
momento o circostanza.
Chiedo a Dio... "

Dal libro "Per amarsi un po' " 
Diego Dalla Palma


Charles Burton Barber



8 agosto 2018

Rose

"Una spugna per cancellare il passato,
una rosa per addolcire il presente 
e un bacio per salutare il futuro."

- Guy de Maupassant -




1 agosto 2018

Sant'Emidio


Negli anni in cui visse questo giovane di Treviri, odierna Germania, erano tempi di forte diffusione del paganesimo, esteso praticamente ovunque. 
Nato nel 279, Emidio non ancora ventenne, si convertì al cristianesimo, suscitando di conseguenza le ire della famiglia e degli stessi pagani.
Per questo preferì partire alla volta dell'Italia e, giunto a Milano, fu consacrato sacerdote.
Successivamente fu costretto a lasciare la città e fuggire a Roma, per via delle feroci persecuzioni di Diocleziano. 
Fu lo stesso Papa Marcellino ad ordinare Emidio vescovo di Ascoli, affidando a lui il compito di convertire e diffondere il cristianesimo nel Piceno.

Cattedrale di Sant'Emidio
Duomo di Ascoli Piceno

Continuò, quindi, l'opera di predicazione testimoniando la sua fede. Convertì e battezzò moltissimi pagani, e numerose furono le guarigioni di malati.
Purtroppo l'allora prefetto, Polimio, mal accettava il suo operato, essendo avverso alle credenze cristiane. Promise in matrimonio al giovane vescovo la figlia Polisia se avesse offerto sacrifici agli dei, ma Emidio rifiutò. 
Polisia, dal suo canto, scelse la conversione e volle essere battezzata.

Sarcofago di epoca romana
con il corpo del Santo
 Battesimo di Polisia
Colonnato della Cripta

Fu questo un grave affronto per il prefetto tanto che ne ordinò la decapitazione. 
Ma, alla sua morte, accadde un fatto straordinario.
Il 5 agosto 309 Emidio, vescovo appena trentenne, dopo essere stato decapitato nei pressi del quartiere di Porta Solestà, si recò a piedi portando tra le mani la sua testa verso il Monte. 
Lì aveva fatto costruire un luogo di preghiera.
Al suo arrivo, avvenne un altro fatto prodigioso, la terra si dilatò accogliendone il corpo.
In quel posto, primo sepolcro del Santo, fu poi eretto il Tempietto di Sant'Emidio alle Grotte.

Tempietto di Sant'Emidio alle Grotte
in stile barocco

Ai fedeli addolorati non restava che piangere e pregare, mentre i più audaci assalirono il palazzo di Polimio, abbattendolo.
Polisia per sfuggire al padre, trovò rifugio sul monte Ascensione ma lì svanì, sembrerebbe per miracolo, in un crepaccio. 
Vi è una rupe che prende il suo nome (Rupe di Santa Polisia), così come il piccolo paese di Polesio.
Le spoglie del santo sono conservate nella cripta sotterranea del Duomo di Ascoli Piceno, detta "Cripta di Sant'Emidio", mentre il Tempietto di Sant'Emidio Rosso ricorda il luogo dell'esecuzione.

Tempietto di Sant'Emidio Rosso
il cui colore 
vuole ricordare
il sangue del martirio
Sotto l'altare è conservato il sasso
dove fu decapitato il Santo

Sono numerosi i miracoli
che riguardano questo Santo, 
tra cui il violento terremoto 
del 1703 
che sconvolse le Marche,
senza però colpire la città.

Braccio con reliquia del Santo
 con cui vengono impartite benedizioni
 nelle funzioni solenni

Sant'Emidio, 
Patrono di Ascoli Piceno
e protettore dai terremoti, 
è venerato nei luoghi 
di frequenti fenomeni
di sismicità.

Nuova statua di Sant'Emidio 
 5 agosto 2015 

Il suo culto è diffuso 
non solo nelle Marche 
e nelle regioni vicine, 
ma anche in altre città italiane 
e a livello mondiale. 

Per la Chiesa cattolica,
 la sua festa ricorre il 5 agosto.




...ch'eran quindi lontane
 300 passi...
...si occuparono
 i più devoti
a celebrargli
l'esequie
con lacrime,
con preghiere...