29 settembre 2018

Settembre


Vuole regalarci ancora

tiepido calore
questo sole di settembre.
Ma è l'aria
un po' fredda della sera
che annuncia l'autunno.
Ci portiamo nel cuore
vacanze, spiagge,
pelle dorata
e chiari di luna.
Libertà, spensieratezza,
risate e nuovi amori.
Con nostalgia
e un po' di tristezza
accogliamo comunque
la nuova stagione
per godere con gioia
un fedele divano
e il calore di casa.

☀️



28 settembre 2018

Venezia

Venezia...
La nostra Venezia
che tutto il mondo ci invidia.
Come poterla descrivere ?
Ricca di storia, tesori, 
particolare fascino 
ed atmosfera, 
considerata da molti 
la città più bella 
del mondo.
È semplicemente
… unica.









25 settembre 2018

Parigi

Parigi , capitale della Francia, 
dove arte, storia e cultura 
ne fanno, per molti,
“la più romantica d'Europa” .

La Torre Eiffel, emblema della città, 
i monumenti, i musei,
il lungo Senna
e i numerosi “bistrot”,

affascinano e regalano
momenti magici.

Per questo è amata da artisti,

poeti, intellettuali
… e “sentimentali”.













21 settembre 2018

Corallo


L'uso del corallo come amuleto si perde nella notte dei tempi: in Egitto, Grecia e Roma, monili ed ornamenti in corallo, rinvenuti in siti archeologici ne sono la prova.
Amuleto dell'infanzia per allontanare il malocchio o per avere una sorta di protezione contro le sventure e, perfino, dalle particolari proprietà terapeutiche, che si tramandarono anche nel Medioevo e nel Rinascimento.


Sembra che una virtù del corallo fosse quella di impallidire e segnalare l'arrivo di malattie o la presenza di veleno in chi lo indossasse a contatto con la pelle.


Talismani ed amuleti, prima, ornamenti, gioielli ed icone di bellezza, poi, ma che avevano in comune il potere di preservare la vita (energia protettiva), di tenere lontano le sciagure e scongiurare influssi negativi. E questo in Occidente come in Oriente (africani, celti, indiani, mongoli...per ogni popolo il corallo rappresentava un simbolo ed un espressione di pensiero.


Per il suo colore, ricordando il sangue di Cristo, veniva usato per reliquiari, calici o per corone, ma anche come ornamenti della Madonna, quale simbolo di regalità, come è dimostrato in molte raffigurazioni del Rinascimento.


Colpisce per il colore caldo, ma anche per la sua natura misteriosa: sembrerebbe un vegetale per le sue ramificazioni, oppure un minerale per la somiglianza alla pietra, invece, come per incantesimo, è la secrezione calcarea,  prodotta da colonie di celenterati, a regalarci tanta meraviglia, alquanto singolare.


Ancora oggi, molti manufatti di gran pregio vengono creati da abili artigiani.
Alcune città della Campania (Torre del Greco - capitale mondiale della lavorazione del corallo...), della Sicilia (Trapani, Sciacca…) e della Sardegna  (Alghero…), sono conosciute e affermate per la produzione e lavorazione di questo prodotto.


Materiale associato al mare.
Materiale pregiato e ricercato ma, purtroppo, sempre più raro.




15 settembre 2018

A piedi nudi


È un temporale estivo
improvviso
violento
tanto atteso 
per avere frescura.
A piedi nudi cammino
sull'erba bagnata. 
La pioggia
mi irrora i capelli 
il viso e i vestiti. 
È un'estate di sensi.
Il plumbeo colore del cielo
da nuvole dense
i lampi ed i tuoni
l'odore di terra bagnata 
la pelle di gocce grondante.
E tutto mi avvolge
mi inebria
mi appaga
immersa nella natura
come un ponte
tra il cielo che piange
e la terra che è grata.

🌧




11 settembre 2018

Il nostro smartphone

Ormai è fatta.
Ormai siamo in simbiosi con il nostro smartphone.
Siamo soggiogati da questa "mattonella cervellotica" ormai amata in modo maniacale, e vitale come l'aria che respiriamo. 
Una sorta di seconda mente in collegamento con il resto del mondo.
Come potremmo farne a meno se il nostro smartphone, oltre un telefono, è: dizionario, enciclopedia, traduttore, calcolatrice, fotocamera, torcia, registratore, gioco, promemoria, sveglia, notiziario, meteo, postino, calendario, radio, TV, ecc.?
Ditemi voi, come potremmo farne a meno?
Noi umani civilizzati e nati in quest'era moderna, dove ormai tutto è ben distante dal medioevo e dalle tribù di terre lontane e sconosciute.
Ormai ci siamo dentro, volenti o nolenti.
E siamo grati a questo "aggeggio" tanto amato, utile e irrinunciabile, a meno che non si opti per una vita da eremita lontani da tutto e da tutti.
Ma ormai è fatta... e non finisce qui!

5 settembre 2018

Nuvole

 Le nuvole possono prendere 
aspetti davvero singolari, 
per questo sono solita 
soffermarmi a guardarle.
 Con il mio smartphone, 
mi piace poi fotografarle quando, 
con un po' di immaginazione, 
vedo un parallelismo 
con soggetti 
della nostra quotidianità. 

Cuore
Zucchero filato 
Rosa
Isola tropicale con palme
Farina
Gran Bretagna 
Cuore in corsa
Fantasmino 
Peonia
Seta

Acque cristalline
Tartaruga
Fiocchi di cotone 

2 settembre 2018

Come allora


Torno qui in campagna
nei luoghi 
della mia infanzia.
Torno alle giornate gioiose 
di bambina spensierata 
agli scorci di posti custoditi 
nel cuore.
La mia casa non più mia
fa crescere la nostalgia.
Quanti ricordi tra quelle mura.
L'albero di pero ormai rinsecchito
vive il ricordo di un tempo che fu
quando rigoglioso e importante 
era qui a reggere e guardare
l'instancabile dondolio dell'altalena. 
Dalla vecchia fontana in pietra
sgorga ancora un filo di acqua 
ma ormai è in disuso 
e coperta di muschio. 
Il sentiero verso il boschetto
che costeggia il ruscello 
appare più incolto e ombreggiato.
È il ruscello
che resto a guardare
da me molto amato
per la sua limpida acqua
e il suono dello scorrere esile
tra sassi e discese.
Nell'aria c'è profumo
di legna bruciata
di terra arsa dal sole.
C'è odore di stalla.
Il silenzio è rotto dal canto 
di un gallo
da un cane che abbaia
da un'auto lontana
dal saluto cordiale
di una nonnina seduta nell'aia.
Così come allora.
Ma le grida di bimbi festosi
non riecheggiano più
è il mare che adorano
è lì che vanno a giocare.
Sta facendo buio.
L'aria è tersa e fresca
in queste sere d'estate
così come allora.
Resto qui malinconica
sotto un cielo stellato
ancora a pensare.

🏡