15 maggio 2016

La vita può regalare sorprese inimmaginabili




Nella tua vita hai a che fare con cose piacevoli, devi ammetterlo, ma molte volte hai anche a che fare con beghe, circostanze o traversie ... più o meno spiacevoli e dolorose.

In certi momenti sembra proprio che la sfiga ti cammini dietro come un ombra ... anzi, potresti dire che ti preceda quasi a farti strada verso la sventura.

Sei solito ripetere: 
Non me ne va bene una, a me !”.
Oppure, come dice un vecchio detto: 
“Se mi mettessi a fare cappelli gli uomini nascerebbero senza testa”.
O magari, come disse Boris Macaresco:
“Se il denaro crescesse sugli alberi a me capiterebbe un bonsai”.
E, se ancora più esasperato: 
“Faccio la valigia e abbandono tutto”.
Se poi vogliamo metterla sul tragico: 
“ La voglio fare finita”. 

E cresce il tuo malessere. Le tue frustrazioni appaiono al rallentatore per ferirti ancora di più, la tristezza pervade ogni cellula del tuo corpo fino a diventare un tormento, un dolore ... uno strazio che lacera il cuore.
Ma non sei solo. Non solo tu soffri. Non sei solo tu lo sfigato.
Dietro la parvenza di felicità di un amico, di uno sconosciuto, di una star può esserci inquietudine, dolore profondo, magari camuffato da spensieratezza, magari da ricchezza in denaro ma è solo un abbaglio.
La vita dà, ma può togliere.
Può darti poco ma... tutto ad un tratto... darti molto.
La strada della tua vita è lunga e solo al termine di questa sarà possibile fare un bilancio.
È così che va la vita. È cosi il percorso terreno di ogni essere.
Ieri, oggi e domani la tua esistenza avrà alti e bassi. 
Benedire e godere dei momenti buoni, vivere i momenti bui con fede e speranza di tempi migliori ... e andare avanti.
Già la vita è un dono di grande valore. Non è il caso di distuggere questo dono per nessun motivo al mondo.
E non c’è solo il buio davanti.
La vita può regalare sorprese inimmaginabili.