19 luglio 2019

Ortensia


In primavera e in estate siamo soliti ammirare i bellissimi fiori dell'ortensia, 
molto scenografici, 
in aiuole e grandi vasi 
in molti giardini e terrazze.



Decorativa, appariscente, con i suoi fiori, che formano una sorta di sfera, formati dall'unione 
di piccoli fiori,
l'ortensia si presenta nei colori 
blu, rosa ma anche bianchi o rossi.


È davvero magnifica!
È considerata
la regina del giardino 
dopo la rosa.


Appartenente alla famiglia delle Hydrangeaceae, l'ortensia proviene dalla Cina, dal Giappone 
dall’America meridionale. 
Ora in natura ci sono circa 35 specie di ortensie e in Cina ne vengono coltivate più di 30 specie, 
autoctone.


In lingua cinese le ortensie sono chiamate "Fiori degli otto immortali" ed erano coltivate, 
già in epoca Ming.
La più diffusa nel mondo è comunque l’Hydrangea macrophylla o Hydrangea giapponese, 
denominata anche 
"rosa del Giappone".


Il colore dei fiori varia 
tra le sfumature di rosa, blu o viola, 
a seconda del loro livello di pH. 
Più il terreno è acido 
più i fiori saranno azzurri,
 più sarà alcalino 
più avrà le tonalità del rosa.


La temperatura ideale 
per la crescita è di circa 18 gradi. 
Ama un clima fresco e mite e non il sole diretto, pertanto l'ideale è in una zona a mezz’ombra.
Durante l’inverno e quando 
le temperature risultano particolarmente gelide, meglio effettuare la pacciamatura ricoprendo il terreno con foglie o paglia.


In autunno le foglie, 
prima di cadere, 
si tingono di un bel colore
 caldo rosso brunito.
Per garantire una fioritura regolare, 
la pianta dovrà essere potata 
ogni anno, dopo la fioritura. 



Dalla potatura si possono prelevare talee di circa 10 centimetri, interrandole in un vaso 
o immergendole in acqua, 
così da avere nuove piantine.


Per la concimazione del terreno scegliere sempre fertilizzanti naturali.


Il significato dei fiori d’ortensia 
è legato a Philibert Commerson, 
naturalista che, nel 1700,
 di ritorno da un suo viaggio 
in Oriente, portò in Europa 
questo fiore fino a quel momento 
del tutto sconosciuto.
Volle chiamarlo ortensia 
dal nome di Hortense Barré Lepante, 
di cui era innamorato. 
Ma fu sentimento fugace e segreto 
perché già impegnata, 
in quanto moglie di un amico.


Per questo il significato del fiore 
è controverso.
Alcuni sostengono che rappresenti
una dichiarazione d’amore,
 simbolo dell'amore 
e del romanticismo, quindi;
per altri invece rappresenta 
il distacco e l’abbandono 
in ambito sentimentale, 
l'intenzione di sfuggire, 
la voglia di evasione.