27 maggio 2020

Cecelia Ahern



“Da bambina credevo che per poter scappare bisognasse fisicamente alzarsi e correre, come nei film.
Un litigio, una porta sbattuta, e poi via di corsa.
Adesso ho capito che tante persone scappano senza andare da nessuna parte.
E l'ho capito osservando il viso lucido e tirato di mia madre, il modo in cui mio padre si isola nei suoi pensieri mentre siamo a tavola, lo sguardo di Ewan fisso a terra sulle sue macchinine e i suoi elicotteri giocattolo.
E Juniper fa lo stesso quando si infila le cuffiette e spara la musica a tutto volume, voltando le spalle al mondo intero.
Non sapevo si potesse fare.
Ma adesso lo so.
Nella mia mente scappo via da tutto e da tutti, corro lontano in un nulla senza fine dove mi sento libera.” 

Cecelia Ahern

💙